Finanziamenti regionali

Per supportare lo sviluppo delle imprese presenti sul territorio, gli enti regionali stanziano di anno in anno un ammontare variabile di capitale destinato ad appositi finanziamenti. Grazie ai finanziamenti regionali, le piccole e medie imprese ottengono quell’accesso al credito indispensabile per consolidare attività già esistenti, e i giovani imprenditori possono avviarne di nuove facendo affidamento su tassi agevolati. I finanziamenti regionali sono dunque finalizzati alla formazione del personale, all’acquisto di macchinari e infrastrutture e alla realizzazione di altri progetti specifici. Una parte importante dei fondi destinati ai finanziamenti regionali viene dall’Unione europea, che concede i prestiti sulla base della cosiddetta “politica di coesione”: un vero e proprio piano pluriennale il cui obiettivo specifico consiste nell’aiutare economicamente le regioni più arretrate, per ridurre al minimo le differenze nel livello di sviluppo interno agli Stati membri. In base a tale politica, l’Unione europea ha assegnato all’Italia 25 miliardi di euro da distribuire tra le varie regioni nel periodo 2007-2013: l’importo complessivo è in lieve calo dai 28 miliardi della programmazione 2002-2007, ma si mantiene comunque su livelli elevati e dovrebbe essere sufficiente a rispondere agli obiettivi comunitari. La ripartizione dei finanziamenti regionali avviene sulla base dei Piani operativi regionali (Por), di cui noi di Finanziamenti Erogati vi diamo ora una breve panoramica: 33 Por rispondono a finalità di competitività regionale e occupazionale per le regioni del Centro-nord, delle provincie autonome di Trento e Bolzano e di Abruzzo, Molise e Sardegna; 19 si concentrano sulla convergenza e riguardano Basilicata, Calabria, Sicilia, Puglia e Campania; i restanti 9 volgono invece a una cooperazione territoriale europea interregionale. La gestione e l’attuazione dei singoli Piani operativi regionali è demandata alle pubbliche amministrazioni locali, che provvedono a erogare i finanziamenti regionali secondo i succitati obiettivi.